Euroclone S.p.A. (hereinafter: "Euroclone" or "Company") is a commercial enterprise that operates in the healthcare market providing researchers and medical practitioners with an in-depth, preventive evaluation of the quality and innovation of the marketed products, while putting into practice the following principle: "Our company always selects the best".
Euroclone's main focus is researching, developing and producing products and reagents for the biomedical, biotechnology, pharmaceutical and diagnostic sectors on behalf of third parties.
The corporate mission envisages constant research on the international market to allow the Company to identify and market all the innovations that are brought to the scientific community by rapid technological development. Euroclone S.p.A. uses strict selection criteria to evaluate each innovation and carries out thorough checks to ensure the quality of the products it supplies.
An after-sales technical service and technical application support are provided for the Company's core products. The Company also produces, designs, installs, researches and develops, maintains and sells scientific and precision apparatus, technological systems, technical laboratory furniture, and laminar flow safety cabinets in particular, with spare parts and cell culture incubators for research and analysis laboratories, pharmaceutical companies, hospital and public and private clinics, universities and public and private agro-food, industrial and commercial companies.
Euroclone's corporate objective is:
- the development and promotion of research activity in the biomedical field, with particular regard to biotechnology,
- the acquisition, use and transfer of production licenses, industrial and scientific patents and inventions,
- the provision of technical support for the above-listed products, for itself or on behalf of third parties, the granting and obtaining of licences to sell patented and unpatented products,
- the drawing up, printing and distribution of scientific publications, including the audio-visual media,
- the organisation of courses and refresher courses, coordination and scientific research in relation to what is being produced, sold and studied by the Company, for itself or on behalf of third parties.
The Company has always maintained high standards of ethical integrity in its business activities and has therefore deemed appropriate the implementation of a Code of Ethics (hereinafter also the "Code") that outlines said values and sets out the rules and standards of conduct arising therefrom, in line with the provisions of the Code of Ethics adopted by Assobiomedica that is constantly updated.

This Code, adopted by the Company's Board of Directors, therefore constitutes a single document for Euroclone. As such, all direct or indirect subsidiaries are required to accept and comply with the content thereof, possibly approving their own Codes of Ethics or Codes of Conduct with similar standards that do not however in any way conflict with the standards of this Code.


1.1. The concept of Ethics
Ethics can be defined as the set of moral or behavioural principles of an individual, a group or a period. In corporate terms, all behaviour that promotes healthy, fair competition and constructive, respectful corporate stakeholder relations, which does is neither opportunistic nor detrimental to the market, can be considered "ethical" behaviour.
1.2. Code of Ethics
The Code of Ethics aims to define, formalise and share the ethical values on which the Company's is based. Observance of these values is fundamental for the smooth operation, reliability and reputation of the Company.
The aim is to ensure everyone has the same values and to make such values a point of reference for every decision and all action taken by employees at all levels.
A Code of Ethics therefore ensures effective prevention, detection and countering of breaches of the law and the regulatory provisions applicable to the Company's business activity. The Code is an integral part of the Organisational, Management and Control Model (hereinafter also the "Model" or the "Organisational Model") drawn up for the purposes of preventing the offences envisaged by Legislative Decree 231/01 (hereinafter also the "Decree") and related regulations.
1.3. Euroclone S.p.A. Code of Ethics
The Code lays down the set of principles that the Company undertakes to comply with and enforce compliance thereof, and serves as a priority instrument of professional ethics which purpose is to formalise the existing standards and principles of conduct and to create the conditions for correct application of specific policies and procedures.
The Company interprets the concept of "Ethics" as a series of rules and conducts and as a modus vivendi, the ability to carry on its business activities while respecting and protecting the interests of all internal and external individuals it comes into contact with, while safeguarding and conserving environmental resources. The aim is to ensure that the Company's fundamental values are clearly defined and that such values are a constant reference to all in the carrying on of the company's business, while also allowing the creation of a vision and a shared culture. The shared set of values is recognised as the Company's driving force and as the main source of its success and its image.
Recipients are therefore expected to comply with the values and principles of the Code of Ethics and are required to protect and preserve, through their own conduct, the respectability and image of the Company as well as the integrity of the respective financial and human resources.
The Company adopts the principle of legality, i.e. compliance with all reference laws and regulations in the countries in which it operates, as inspirational value in all its activities.


This Code applies to the members of the Board of Directors, to all Company employees, all external collaborators (consultants, third party professionals, intermediaries, business partners, agents and, more in general, all those who have relations with the Company), suppliers, contractors, customers and all other stakeholders (Code Recipients are hereinafter referred to as "Recipients").


The principles and the content of the Code constitute duties of due diligence, loyalty, impartiality and define the correct procedure for performing one's work and the conduct that all Recipients must abide by. In particular, the rules of the Code are an essential part of employee contractual obligations, within the meaning and for the purposes of articles 2104 and 2105 of the Italian Civil Code.
Code Recipients are therefore required to comply with and enforce the provisions thereof.
Within the meaning of current regulations, the Company deems behaviour in contrast with the principles laid down in the Code of Ethics as an infringement of a disciplinary nature, and applies, when exercising its powers, sanctions in line with the severity of the infringement.
Infringement of the rules and procedures laid down in the Code or behaviour that constitutes one of the offences envisaged by Legislative Decree 231/2001 shall constitute a serious breach of contract with all the consequences envisaged by law and by the contract entered into by and between the parties and may result in the Company terminating the contract with immediate effect, pursuant to art. 1456 of the Italian Civil Code, and requesting compensation for damages, which it has suitably documented.
This Code of Ethics is valid both in Italy and abroad, with all such adaptations as may be necessary or appropriate depending on the situation in the various countries in which the Company may operate. If just one of the provisions of the Code of Ethics should conflict with the provisions of the internal regulations or procedures, the Code of Ethics shall prevail over all such provisions.
The Company is required to inform the Recipients of the content of this Code of Ethics, of internal regulations and of internal corporate memos.


Ethics is key to establishing and maintaining a relationship of trust between the Company and its stakeholders, whether internal (management, employees and collaborators) or external (existing or potential customers and suppliers, lenders and creditors, public institutions and the local community). It is a means and a value that guides the behaviour of corporate boards, management, internal and external personnel, which is additional to corporate regulations and procedures.
An active and responsible member of the community in which it operates, the Company recognises and adheres to the following principles:
4.1. Legal status
In carrying on its business, the Company complies with and enforces internal compliance with the laws in force in the States in which it operates, and with the commonly accepted ethical principles set out in the international standards. In the pursuit of this aim, all the internal and external personnel of the Company must be aware of the ethical value of their actions and must not pursue personal or corporate gain to the detriment of compliance with the laws in force and the principles of this Code.
4.2. Transparency, fairness and loyalty
The Company does not adopt unlawful, or in any case, improper behaviour, in achieving its financial objectives, which are to be exclusively pursued through performance excellence in terms of the quality of the products and services provided, based on expertise and customer care. The Company also adopts organisational tools to prevent infringement of legal provisions and the principles of transparency, fairness and loyalty by internal and external personnel, while monitoring the compliance with and actual implementation thereof.
In carrying out their activities for the Company, Code Recipients are required to provide clear, comprehensive transparent and accurate information within the limits envisaged by the rules on the duty of confidentiality set out in this Code.
4.3. Good faith
All internal and external personnel must act in accordance with the principle of good faith in the genuine belief that their actions are correct and substantially comply with the rules and respect the other parties involved.
4.4. Equality
The Company operates while refraining from discriminatory and opportunistic behaviour. In pursuing this aim, the Company does not discriminate on the basis of gender, race, language, religion, political opinion or personal and social circumstances.
4.5. Diligence
The Company undertakes to operate with utmost commitment and professionalism when performing the duties and responsibilities entrusted within the limits of its powers and expertise.
4.6. Centrality and human resource development
Internal human resources are essential and key to the Company's success.
The Company promotes training, professionalism, sharing and transfer of skills, recognition of merit and, at the same time, requires that all internal and external personnel be dedicated, committed and transparent in their liaisons and relations.
4.6.1. Study grants
In compliance with applicable legislation, study grants are awarded on the basis of transparent and objective candidate assessment procedures that are based on recognised scientific criteria.
4.7. Occupational health and safety
The Company believes that workplace safety and the health and physical integrity of workers is of primary importance and acts in accordance with applicable regulations.
The Company requires that all Recipients comply with the safety and preventive measures adopted.
The principles and criteria which the Company deems essential and which it promotes for the purposes of correctly managing its workers' health and safety, in compliance with the best workers' health and safety risk prevention and protection practices, are listed below:
1. avoid any type of risk;
2. evaluate risks that cannot be avoided;
3. combat and prevent risks at source;
4. replace what is dangerous with what is not dangerous, or is less dangerous;
5. schedule preventive action, aiming at a consistent set of activities that covers technology, the organisation of the work, working conditions, inter-personal relations and the impact of workplace factors;
6. prioritise collective protection measures over individual protect measures;
7. provide workers with suitable instructions.
These principles are used by the Company to take the necessary steps to protect worker health and safety, including occupational risk prevention and information and training activities, as well providing organisation and the necessary means.
4.8. Respect for the environment
The Company believes that protecting the environment and preventing all forms of pollution is a priority and constant objective. It is therefore committed to carrying on its business in a manner that respects the environment, understood as a common good.
4.9. Shareholder/stakeholder and creditor protection
In pursuing the Company's interests, activities and behaviour that are even potentially detrimental to the rights and interests of shareholders/stakeholders and creditors, must be refrained from.
The Company recognises that its stakeholders are its constituent and founding element and is committed to supporting, developing and completing their activity.
4.10. Confidential information and personal data protection
All information is owned by the Company and must be regarded as confidential.
The Company undertakes to ensure that all the information used in carrying on its business is correctly applied and correctly processed.
The information, data or document that each individual worker becomes aware of in exercising his duties is confidential and may not be in any way divulged is confidential and cannot be disclosed in any way, except in accordance with corporate procedures.
The Company's databases may contain data and information that is protected by data protection regulations and must, as such, be processed in line with current provisions.
4.11. Intellectual property protection and duty of confidentiality
The Company recognises the importance of intellectual property as a fundamental resource of the Company and has, as such, taken all the necessary steps to protect it.
Internal and external personnel may not disclose information relating to the technical, technological and commercial knowledge of the Company, even following termination of employment. The same applies to other data and/or information on the company that is not in the public domain, the sole exception being when such disclosure is required by the law or where it is expressly envisaged by specific contractual agreements in which the parties have undertaken to use the data and/or information for specifically agreed purposes. In particular, the ideas, models and other forms of intellectual property developed within the scope of the corporate business activity, must be processed confidentiality and protected.
The Company also undertakes not to implement projects and/or produce products that may infringe the intellectual property rights of third parties.
4.12. Settlement of conflicts of interest
"Conflict of interest" means the situation in which Code Recipients, or a first or second-degree relative thereof, hold/s an interest that differs from that of the Company.
The Company respects the privacy of Code Recipients, even as concerns their personal business and financial activities, provided that such activities do not conflict with the interests of the Company and with the obligations undertaken, arising from the type of collaboration in place. In this regard, all Recipients must avoid situations in which conflicts of interest may arise, as the must refrain from any possibility of personal gain arising from possible business opportunities in connection with carrying out their duties.
In carrying on its business, the Company avoids situations of conflict of interest between parties, even if the parties are consultants or "third parties" with respect to the Company.
It is in way permissible, by way of a non-exhaustive example, to: have economic and financial interests, even through family, customers, suppliers, competitors, Public Administration; accept and offer money, gratuities or favours of any kind from people, companies or bodies that are, or intend to enter into a business relationship with the Company; use one's position within the Company or the information acquired in the course of one's work in order to create a conflict between one's own interests and those of the Company.
Anyone who finds themselves in a conflict of interest must immediately notify the Chairman or the CEO, while refraining from executing the activity affected by the conflict of interest. The latter shall jointly inform the Supervisory Board (hereinafter also "SB") of the action taken to ensure that the activity is carried out under normal conditions.
4.13. Computer security
With specific regard to issues relating to computer risk, and aware of the continuous technological changes, the Company has set itself the objective of implementing effective computer security policies.
4.14. Reputation
The Company bases its business on correct, consistent behaviour with a view to achieving mutual satisfaction.
The Company is committed to instilling in its employees the importance of the corporate image and the quality of the services offered.
The duties and responsibilities allocated are performed to the highest professional and moral standards.
Compliance with these principles is an essential part of professional duties, and translates into responsible behaviour toward the Company.
4.15. Customer satisfaction and service quality
The result of the Company's activities and compliance with set values combine to accomplish the services provided and guarantee the quality thereof.


The conduct of internal and external personnel must always be based on compliance with the value and principles laid down in this Code. Recipients must do their best to represent the Company's style of conduct and the content of the Code.
The Company's main objective is to build stakeholder relationships in compliance with the law and its own system of values and ensure that the commitments undertaken in their respect are fulfilled, while respecting the interests thereof and pursuing its objectives.
5.1. Rules governing relationships with internal and external personnel
The Company demonstrates the utmost propriety in its dealings with personnel, and complies with labour legislation and national collective bargaining agreements.
The selection process is compliant with equal opportunities legislation and demonstrates respect for the individual. The process is structured and is clearly explained to the candidate. The Company provides candidates with accurate, comprehensive information on the organisation and the position for which he is to be assessed.
The candidate is asked to provide the recruiter with all the necessary information for an effective, efficient selection process.
On accepting the offer of employment, the collaborator must undertake to comply with the Code of Ethics and to behave in line with the principles of loyalty, impartiality, integrity and honesty, while avoiding any action or behaviour that violates or may be deemed as having violated both the provisions of the law and the provisions of the Code of Ethics and the Company's Policies and Procedures. Each resource shall endeavour to ensure good relations with his colleagues, while avoiding any action or behaviour characterised by conflict or animosity and performing his activities and using corporate assets in line with the principles of fairness, cost-effectiveness, efficiency and effectiveness; in his external relations, the resource must behave in such a way as to gain the trust and collaboration of the individuals who come into contact with the Company, be polite and helpful when communicating with customers/suppliers and efficiently resolve employment issues in a timely manner.
The Company is committed to investing in the development, training and satisfaction of both internal and external personnel, with a view to improving their skills and knowledge. It is also committed to promoting an employment development policy, for direct and indirect employment, that combines with its strategies for economic growth.
The Company recognises and protects the right of its employees to join trade unions and/or political associations, in compliance with articles 39, 40 and 49 of the Italian Constitution.
In terms of security, the Company deems essential all such interventions that aim to improve employees working conditions, keeping them informed and raising awareness, both at the time of recruitment and throughout their professional career, on the matter of occupational health and safety, within the meaning of Legislative Decree 81/08 as amended and extended.
The personal data of employees and collaborators is processed by authorised individuals and, where necessary, with the data subject's consent.
The transmission of such data is subject to specific control rules and procedures.
5.2. Rules governing customer relationships (including the Public Administration)
The Company's main objective is customer satisfaction through the provision of high quality on competitive terms, in compliance with competition rules.
Corporate Stakeholders must not promise or pay sums of money, or offer contributions in kind or other benefits, to promote or foster the Company's or its own interests, not even following unlawful pressure: customer satisfaction must be achieved through service excellence.
The Company provides accurate and comprehensive information on the services provided, so that the customer can make an informed decision.
The Company is committed to keeping customer information completely confidential, both as relates to strategic information and personal data, and to using such information for professional purposes only while requesting specific authorisation for such use.
Customers also have a duty of confidentiality in relation to the information, documents and personal data of the Company and its internal and external personnel.
The Company ensures that its internal and external personnel applies the internal procedures for managing customer relationships in order to build and maintain honest and lasting relationships.
5.2.1. Free gifts and product samples
Euroclone has a procedure in place for managing gifts and product samples.
Code Recipients must not promise or give products that are on sale directly and on behalf of the Company, with the aim of promoting or fostering the interests of the Company, if this action violates applicable rules and current legislation.
5.2.2. Sponsorship at healthcare professional events
Euroclone has a procedure in place for checking that the decision to pay healthcare personnel/Public Administration employees membership and/or attendance fees for courses, congresses, conferences and scientific meetings, both in the capacity of speakers and learners, is always made in compliance with the specific sponsorships and event attendance procedure.
5.2.3. Donations and gratuities
Euroclone makes donations (including financial contributions) for specific purposes, such as for charity or for other philanthropic purposes such as supporting medical research for scientific advancement, medical training, care for the needy, patient education and educating the public. All donations must be suitably documented and must comply with the internal corporate procedure.
The Company also authorises gratuities in compliance with the corporate procedure adopted, and the principles of transparency and traceability. The direct payment of monetary sums or the promise or offer of contributions in kind or other benefits in order to unduly promote or foster the interests of the Company or to support unlawful external pressure are strictly prohibited.
5.3. Rules governing third party relationships
Offering third parties, whether directly or indirectly, or receiving gratuities and/or benefits (money, items, services, benefits, favours or other advantage) with a view to promoting or fostering the interests of the Company, even if not financial in nature, contrary to the mandatory rules of the law, regulations and the principles of this Code, is strictly prohibited.
Business courtesy, such as gifts or forms of hospitality are permitted provided that they are duly authorised in advance by the competent office, if and when they are of little value, and are in any case such as not to compromise the integrity or reputation of either one of the parties.
5.4. Rules governing supplier relationships
Given the fundamental role of suppliers, the supplier selection process is carried out in accordance with the principles of fairness, cost-effectiveness, quality and lawfulness, on the basis of objective assessments intended to protect the Company's commercial and industrial interests and, in any case, to create greater value for the Company. Compliance of such parties with the Code and with current legislation, particularly as relates to Legislative Decree 231/2001, is necessary in order to build and maintain the relationship.
The Company also adopts specific procedures in order to use objective criteria when allocating orders and managing supplier relationships, so as to guarantee fairness and transparency in full compliance with the specific commitments governed by comprehensive contracts. The Company draws up such contracts in accordance with the principles of lawfulness, fairness, completeness and transparency, while attempting to envisage those circumstances that could have a significant impact on the relationship.
The Company is committed to keeping its suppliers' information completely confidential and to using such information for professional purposes only, and in any case on receipt of written authorisation. Consideration must be commensurate to the service specified in the contract and payments may not be made to any party other than the contractual party, or to a country other than the country of the contractual parties.
5.5. Rules governing relationships with public institutions
For the purposes of this Code, "Public Officials" means: boards, representatives, agents, stakeholders, members, employees, consultants, public officers or pubic service officers of supervisory bodies, public administrations, public institutions or public bodies at national and international level.
The Company bases and adapts its conduct in compliance with the principles of fairness, lawfulness and transparency, so as to ensure that the Public Administration does not violate the principles of impartiality and good practice with which is must comply.
Contact with the Public Administration is managed in accordance with the special business procedures, by the party that is formally and specifically appointed by the Company to negotiate or liaise with the Public Officials and/or Public Service Officers of the administrations.
In the context of any business negotiations, a request or a relationship with the Italian and/or foreign Public Administration, behaviour aimed at unlawfully influencing the decisions with a view to secure an unfair or unlawful advantage for the Company, must not be made for any reason.
The allocation of contributions, funding or finance granted by the government, other public body or the European Community, even if for a modest amount, for purposes other than those for which they were granted, is prohibited.
The Company condemns any behaviour, regardless of whose behaviour it is, that entails promising or offering, whether directly or indirectly, gratuities and benefits (money, items, services, benefits, favours or other advantage) to Italian or foreign Public Officials and/or Public Service Officers, or relatives thereof, which could secure an unfair or unlawful interest or advantage. Such behaviour is deemed an act of bribery, regardless of whose behaviour it is. More specifically, promising to give money or other goods or grant other advantage to Public Officials with a view to promoting or fostering the interests of the Company, is prohibited, even following undue pressure. Inducing Italian or foreign Public Officials/Public Service Officers to exert their influence on other parties who are part of the Italian or foreign Public Administration, is also prohibited.
Lastly, in the context of its relations with the Public Administration, the Company may not be represented by parties involved in a conflict of interest.
5.6. Rules of the governing relationships with the Judicial Authorities
The Company is committed to actively cooperating with a view to supporting any Judicial Authority requirements and shall refrain from engaging in any behaviour that could, in any way, influence the method of operation and the actions of the parties involved, in respect of the Judicial Authority.
5.7. Rules governing relationships with trade unions and political parties
Relationships with political and trade union organisations are generally reserved for the corporate functions authorised to establish and manage such relationships on the basis of the corporate duties assigned, and of the provisions of the service orders and procedures currently in force. Any relationship with such parties shall also comply with stringent fairness and transparency criteria.
The Company is prohibited from granting contributions to trade unions, political parties and their representatives unless expressly permitted and envisaged by law and, in the latter case, authorised by the competent corporate boards.
5.8. Rules governing relationships with Independent Auditors and Statutory Auditors
The Company shall ensure that all relationships with Independent Auditors and Statutory Auditors are based on the utmost professionalism, diligence, transparency, cooperation and availability. The Company also acts in compliance with the institutional role of such parties and ensures full and timely performance of the required fulfilments and requirements, issuing the necessary information in a clear, full and timely manner.
In the context of relationships with Independent Auditors and Statutory Auditors, the Company ensures that all conflict of interest is avoided and undertakes to preventively evaluate any appointments other than their institutional functions, which could jeopardise the independence and objectivity thereof.
5.9. Rules governing relationships with the competition
The Company is committed to ensuring the utmost market competitiveness, which it achieves through honest commercial relationships with customers and suppliers and refraining from engaging in improper behaviour or behaviour that is detrimental to the image of its competitors. The Company's commercial policy is therefore fully compliant with all the competition laws and regulations in force.


6.1. Corporate communications
The Company undertakes to provide all the communications it is required to make to the Regulatory Authorities (Revenue Agency, Customs Agencies, etc.) in a complete, clear, accurate and timely manner. Only specifically appointed corporate functions can issue the aforementioned communications to the Regulatory Authorities.
6.2. Media relations
Company information directed at the mass media may only be divulged by the dedicated corporate functions and in compliance with the procedures currently in force and/or to be implemented. If internal and external personnel are asked to provide information or give interviews, the competent function must be informed and appropriate prior authorisation must be received.
The external disclosure of data or information must in any case be truthful, clear, complete and transparent while complying with the constraints imposed by the duty of confidentiality rules laid down in this Code, and be such as to uniformly reflect the images and strategies adopted by the Company, in line with corporate policies.
6.3. Accounting record transparency
When drawing up accounting documents, and data and statutory reports or corporate communications, for stakeholders and the public, and when making entries in relation to the administration, internal and external personnel must comply with the strictest principles of fairness, transparency and truthfulness.
In particular, all Recipients responsible for drawing up the aforementioned documents are required to verify, each within his particular remit, the accuracy of the data and information to be included when drawing up the relevant documents within the meaning of the Decree.
The granting and disbursement of financial resources and the management and control thereof must always comply with the approval and authorisation procedures envisaged by the Company.
Each accounting entry must accurately reflect the content of the supporting documentation, which must be complete and is subject to audit.


7.1. Supervisory Board
The Board of Directors has appointed an internal Supervisory Board to monitor application of the Code and which suitably coordinates with the competent boards and functions in relation to the correct implementation and due diligence of the principles laid down in the Code.
The activity and function of the SB are regulated by a special, autonomous regulation. The Supervisory Board is the board appointed to monitor the operation of the Organisational, Management and Control Model established within the meaning of Legislative Decree 231/2001, and to maintain it through periodic updates. The SB is responsible for distributing and raising awareness of the Code, ensuring it is applied and is updated, taking steps (on its own initiative or following a report) to prevent or sanction any Code violations, through the competent corporate functions (e.g. human resources, legal, etc.). In exercising its functions, the Supervisory Board has free access to the corporate information and data it requires in order to fulfil its duties. Corporate boards and board members, employees, consultants, internal and external personnel and third parties acting on behalf of the Company are required to provide their full cooperation to promote the performance of Supervisory Board functions.
7.2. Disciplinary system
Compliance with Code of Ethics rules is an essential part of the contractual obligations of Employees within the meaning and for the purposes of articles 2104, 2105 and 2106 of the Italian Civil Code.
Violation of the provisions of this Code of Ethics on the part of Company personnel may constitute non-fulfilment of the primary obligations of the contract of employment or a disciplinary offence, in compliance with the procedures established by art. 7 of the Statute of Workers' Rights (where and insofar as applicable), with all the consequences of the law, even as regards continuation of the employment relationship, and can also result in claims for damages.
The provisions of the disciplinary system adopted by the Company, which are set out in the Organisational, Management and Control Model, apply in relation to the sanctions that may be imposed. Violations shall be arduously and directly pursued in a timely manner, by adopting in respect of those responsible for the violations - where deemed necessary in order to protect corporate interests and in line with the provisions of the current regulatory framework - suitable and proportionate disciplinary procedures, irrespective of the criminal relevance of such behaviour and of the establishment of criminal proceedings in those cases in which the violations constitute a criminal offence. The disciplinary measures for violation of the Code are implemented by line managers following consultation with the Supervisory Board and in compliance with current legislation and the applicable national or corporate contracts of employment. Such measures may entail removing the parties responsible from the Company.
Any form of retaliation against the party who reported possible Code violations or requests for asked for clarification on its method of application, also constitutes violation of the Code.
The effects of violations of the Code and internal protocols must be taken into serious consideration by all those who have relations with the Company for whatever reason: to this end, the Company shall disseminate the Code and the internal protocols, and provide information on the sanctions envisaged in the event of violation and on the application methods and procedures.
The Human Resources Department distributes the Code of Ethics and the principles contained therein by uploading it onto the corporate intranet and the institutional website as well as giving each new recruit a paper copy thereof.
In order to protect its image and safeguard its resources, the Company shall have no relations of any kind with parties who do not intend to operate in strict compliance with current legislation and/or who refuse to behave in accordance with the values and principles envisaged by the Code and comply with the procedures and regulations envisaged by the annexed protocols.
To this end, the Third Parties and Further parties as defined in the Organizational, Management and Control Model (such as but not limited to suppliers, consultants, the third party professionals, intermediaries, contract workers, interns, temps, etc.) must be required to comply with the requirements of Legislative Decree 231/2001 and of ethical and behavioural principles adopted by the Company through the Code of Ethics, by signing the appropriate contractual clauses, which, in the event of non-fulfilment, allow the Company to unilaterally terminate the contracts entered into and to seek compensation for any damages suffered (including the application of any sanctions within the meaning of the Decree).
7.3. Availability and application
This Code of Ethics is made available to all Recipients: any doubts regarding the application of this Code must be promptly discussed with the Supervisory Board. All parties who collaborate with the Company, without distinction or exception, in Italy or abroad, are engaged in enforcing the principles of this Code. Acting in the interest of the Company shall not, in any way, justify behaviour that infringes regulations and such principles. In particular, all Recipients are required to ensure that such rules are suitably applied.
All stakeholders, directors, employee or collaborator shall:
- refrain from behaviour contrary to these rules, principles and regulations;
- contact their superiors, corporate points of contact and the Supervisory Board on receipt of a request for clarification on the methods of application;
- report possible Code of Ethics violations or violation requests to the Supervisory Board. Such reports must be made in writing. The parties concerned should send the reports to the following email address: odv@Euroclone.it or to the following address:
“Organismo di Vigilanza (Supervisory Board), at the registered office of Euroclone S.p.A., at Via Spezia 1 (20142 Milan) or, alternatively, to the central office at Via Figino 22 (20016 Pero – Milan)”.

Anyone who becomes aware of violations of the principles of this Code or of other events that may affect the scope and efficacy thereof, must promptly report such violations to the Supervisory Board. If even just one of the provisions of this Code of Ethics should conflict with the provisions of internal regulations or procedures, the Code shall prevail over any of these provisions. Any change and/or addition to this Code must be made by the same methods used for the initial approval thereof.

7.4. Review of the Code of Ethics
The Company's Board of Directors ensures that the Code of Ethics is periodically reviewed and updated in line with regulatory changes and changes in environmental conditions, with the evolution of civil awareness, and in response to Recipient reports and the experience gained in the application thereof.
7.5. Communication
The Code of Ethics can be viewed and downloaded from the Euroclone website (www.euroclonegroup.it). The Human Resources Department can also provide a copy thereof, on request.



Euroclone S.p.A. (di seguito: “Euroclone” o “Società”) è una società commerciale che ha deciso di operare nel mercato della salute per dare il proprio contributo a ricercatori e medici, attraverso una preventiva e approfondita valutazione della qualità ed innovazione dei prodotti commercializzati, mettendo in pratica il principio: “La nostra società sceglie sempre il meglio”.
La produzione, la ricerca e sviluppo, in proprio e per conto di terzi di prodotti e reagenti per il settore biomedicale, biotecnologico, farmaceutico e diagnostico rappresenta il cuore delle attività di Euroclone.
La missione aziendale prevede una costante attività di ricerca sul mercato internazionale, per reperire e rendere disponibili tutte le novità che il rapido sviluppo tecnologico fornisce alla comunità scientifica e che Euroclone S.p.A. valuta attraverso una severa selezione ed un accurato controllo a tutela e garanzia della qualità dei prodotti forniti alla propria clientela.
In questo ambito si inseriscono sia il Servizio Tecnico post-vendita che un’ Assistenza Tecnico Applicativa per i prodotti commercializzati che hanno storicamente caratterizzato l’attività della nostra azienda. La Società svolge altresì attività di produzione, progettazione, installazione, ricerca e sviluppo, manutenzione e vendita di apparecchi scientifici e di precisione, di impianti tecnologici, di arredi tecnici di laboratorio ed in particolare di cabine di sicurezza a flusso laminare con le loro parti di ricambio e incubatori per colture cellulari comunque destinati ai laboratori di analisi e di ricerca, ad aziende farmaceutiche, ad aziende ospedaliere e cliniche, pubbliche e private, per università, per aziende agroalimentari, industriali e commerciali, sia pubbliche che private.
Euroclone ha come oggetto sociale:
- lo sviluppo e la promozione di attività di ricerca in campo biomedico, con particolare riguardo alle biotecnologie,
- l’acquisto, l’utilizzo, il trasferimento di licenze di produzione, di brevetti industriali e scientifici ed invenzioni,
- la fornitura di assistenza tecnica per sè e per conto terzi, nell’ambito dei prodotti sopra elencati, la concessione e l’ottenimento di licenze di vendita di prodotti anche gravati da brevetti,
- la redazione, la stampa e la distribuzione di pubblicazioni scientifiche, compresi i mezzi audiovisivi,
- l’organizzazione di corsi di aggiornamento e di studio, di coordinamento e di ricerca scientifica in conto proprio e di terzi su quanto è oggetto di produzione, di commercio e di studio della Società.
La Società ha da sempre ispirato la propria attività a principi di integrità etica e, coerentemente, ha ritenuto opportuno dotarsi di un Codice Etico (di seguito anche “Codice”) che raccogliesse detti valori e fissasse i principi e le regole di comportamento che ne conseguono, in linea con quanto previsto dal Codice Etico adottato da Assobiomedica e costantemente aggiornato.

Il presente Codice, adottato dal Consiglio di Amministrazione della Società costituisce pertanto un documento unico per Euroclone e come tale, tutte le Società controllate direttamente o indirettamente sono tenute ad accettarlo e rispettarne i contenuti, eventualmente approvando propri Codici Etici o Codici di Condotta i cui principi siano simili, e comunque non contrastino in alcun modo con quelli del presente Codice.


1.1. Il concetto di Etica
L’etica è definibile come il complesso delle norme morali e di comportamento di un individuo, di un gruppo o di un’epoca. Nel mondo aziendale può considerarsi “etico” ogni comportamento finalizzato alla sana e corretta competizione, nonché al costruttivo e rispettoso rapporto con gli interlocutori aziendali, discordante da comportamenti opportunistici e lesivi del mercato.
1.2. Il Codice Etico
Il Codice Etico ha lo scopo di definire, formalizzare e condividere l’insieme dei valori etici cui la Società si ispira, la cui osservanza da parte dei destinatari costituisce l’elemento fondante per il buon funzionamento, l’affidabilità e la reputazione della Società medesima.
Il fine è quello di condividere gli stessi valori e di porli come punto di riferimento e confronto rispetto ad ogni decisione e comportamento presi da chi opera nell’ambito aziendale, a qualsiasi livello gerarchico si trovi.
La predisposizione di un Codice Etico garantisce pertanto un’efficace attività di prevenzione, rilevazione e contrasto alle violazioni delle leggi e delle disposizioni regolamentari applicabili alla sua attività. In particolare, il Codice è parte integrante del Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo (di seguito anche “Modello" o “Modello Organizzativo”) definito per prevenire i reati previsti dal D.Lgs. 231/01 (di seguito anche il “Decreto”) e norme collegate.
1.3. Il Codice Etico di Euroclone S.p.A.
Il presente Codice contiene l’insieme dei principi che la Società si impegna a rispettare e a far rispettare, allo scopo di fungere da prioritario strumento di deontologia aziendale finalizzato a formalizzare i principi e gli standard di comportamento in essere e a creare le condizioni per la corretta applicazione di politiche e procedure specifiche.
La Società interpreta il concetto di “Etica” non solo come una serie di norme e condotte ma anche come modus vivendi, configurandola come la capacità di integrare le proprie attività di business con il rispetto e la tutela degli interessi di tutti gli individui con cui la Società si relaziona, sia verso l’esterno che verso l’interno, e con la salvaguardia delle risorse ambientali e la loro conservazione. L’obiettivo è quello di assicurare che i valori fondamentali della Società siano chiaramente definiti e che costituiscano per tutti un riferimento costante nello svolgimento della propria attività, permettendo inoltre di creare una visione e una cultura condivisa. La condivisione di questo complesso di valori è riconosciuta come la forza motrice dell’azienda e come la fonte principale del suo successo e della sua immagine.
I destinatari sono pertanto chiamati al rispetto dei valori e dei principi del Codice Etico e sono tenuti a tutelare e preservare, attraverso i propri comportamenti, la rispettabilità e l’immagine della Società, nonché l’integrità dei rispettivi patrimoni economici ed umani.
In tutte le attività, la Società adotta come principio ispiratore il principio di legalità, ossia il rispetto di tutte le leggi e normative di riferimento nei Paesi in cui opera.


Il presente Codice si applica ai Consiglieri di Amministrazione, a tutti i dipendenti della Società, a tutti i collaboratori esterni (consulenti, professionisti terzi, intermediari, partner commerciali, agenti e, più in generale, tutti coloro che intrattengono rapporti con la Società), ai Fornitori, agli appaltatori, ai Clienti ed a tutti gli altri stakeholders (i destinatari del Codice verranno di seguito denominati “Destinatari”).


I principi e i contenuti del Codice costituiscono obblighi di diligenza, lealtà, imparzialità e qualificano il corretto adempimento della prestazione lavorativa e i comportamenti che devono essere tenuti da tutti i Destinatari. In particolare, le norme del Codice costituiscono parte essenziale delle obbligazioni contrattuali del personale, ai sensi e per gli effetti degli art. 2104 e 2105 c.c..
I Destinatati del Codice sono quindi tenuti ad osservarne le previsioni e a farle rispettare.
La Società valuta sotto il profilo disciplinare, ai sensi della normativa vigente, i comportamenti contrari ai principi sanciti nel Codice Etico applicando, nell’esercizio del proprio potere imprenditoriale, le sanzioni che la diversa gravità dei fatti può giustificare.
La violazione delle norme e delle procedure presenti nel Codice oppure il comportamento costituente uno dei reati previsti dal D.Lgs. 231/2001 costituirà grave inadempimento contrattuale con ogni conseguenza prevista dalla Legge e dal contratto sottoscritto tra le parti e potrà implicare risoluzione immediata del rapporto ex art. 1456 c.c. da parte della Società, per inadempimento di controparte, nonché la richiesta di risarcimento di quanto subito dalla stessa ed adeguatamente documentato.
Il presente Codice Etico ha validità sia in Italia sia all’estero, con gli adattamenti che si rendessero necessari o opportuni in ragione delle diverse realtà dei Paesi in cui la Società si dovesse trovare ad adoperare. Nel caso in cui anche una sola delle disposizioni del Codice Etico dovesse entrare in conflitto con disposizioni previste nei regolamenti interni o nelle procedure, il Codice Etico prevarrà su qualsiasi di queste disposizioni.
La Società é tenuta a informare i Destinatari sui contenuti del presente Codice Etico, dei regolamenti interni e delle circolari interne aziendali.


Per instaurare e mantenere un rapporto di fiducia tra la Società e i suoi rispettivi stakeholders, sia interni (management, personale dipendente, collaboratori) che esterni (clienti e fornitori - attuali e potenziali - finanziatori e creditori, istituzioni pubbliche e collettività), assume assoluto rilievo l’etica come mezzo e valore per orientare i comportamenti degli organi sociali, del management, del personale interno ed esterno, oltre e al di là della norma e delle procedure aziendali.
La Società, quale componente attiva e responsabile della comunità in cui opera, riconosce e segue i principi di seguito descritti:
4.1. Legalità
La Società rispetta e fa rispettare, al proprio interno, le leggi vigenti negli Stati in cui svolge la propria attività, nonché i principi etici di comune accettazione secondo gli standard internazionali nella conduzione degli affari. Nel perseguire tale scopo, tutto il personale interno ed esterno delle Società deve avere consapevolezza del valore etico delle proprie azioni e non deve perseguire l’utile personale o aziendale, a discapito del rispetto delle leggi vigenti e dei principi del presente Codice.
4.2. Trasparenza, correttezza e lealtà
La Società rifugge il ricorso a comportamenti illegittimi, o comunque scorretti, per raggiungere i propri obiettivi economici, da perseguirsi esclusivamente con l’eccellenza della performance in termini di qualità dei prodotti e dei servizi offerti, fondata sull’esperienza e sull’attenzione al cliente. La Società, inoltre, adotta strumenti organizzativi atti a prevenire la violazione di disposizioni di legge e dei principi di trasparenza, correttezza e lealtà da parte del personale interno ed esterno, vigilando sulla loro osservanza e concreta implementazione.
Nello svolgimento della propria attività per la Società, i Destinatari del Codice sono tenuti a fornire informazioni chiare, complete, trasparenti ed accurate, comunque nei limiti previsti dalle norme sulle obbligazioni di confidenzialità contenute nel presente Codice.
4.3. Buona fede
Tutto il personale interno ed esterno della Società dovrà agire ispirando il proprio operato al principio di buona fede, nella convinzione genuina di agire in maniera corretta e nel sostanziale rispetto delle regole e degli altri soggetti.
4.4. Equità
La Società opera evitando comportamenti discriminatori e opportunistici. Nel perseguire tale scopo non effettua discriminazioni di sesso, razza, lingua, religione, opinioni politiche, condizioni personali e sociali.
4.5. Diligenza
La Società si impegna ad operare con il massimo impegno e professionalità nello svolgimento degli incarichi e delle mansioni affidate nei limiti delle proprie attribuzioni e competenze.
4.6. Centralità e valorizzazione delle Risorse Umane
Le risorse umane interne sono considerate indispensabili e determinanti per il successo delle attività della Società.
La Società favorisce la formazione, lo sviluppo della professionalità, la condivisione ed il trasferimento delle competenze, il riconoscimento del merito e, nello stesso tempo, richiede a tutto il personale interno ed esterno dedizione, impegno e trasparenza nei rapporti e nelle relazioni.
4.6.1. Borse di studio
Nel rispetto delle vigenti disposizioni in materia, le borse di studio sono attribuite sulla base di procedure di valutazione dei candidati, trasparenti ed obiettive, basate su riconosciuti criteri scientifici.
4.7. Tutela della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro
La Società considera di primaria importanza la sicurezza degli ambienti di lavoro, la salute e l’integrità fisica dei lavoratori ed agisce in conformità alle norme esistenti in materia.
La Società chiede a tutti i propri Destinatari il puntuale rispetto delle misure di prevenzione e sicurezza adottate.
Vengono di seguito esplicitati i principi e i criteri fondamentali nei quali la Società si riconosce e che promuove al fine di una corretta gestione della salute e sicurezza dei lavoratori, nel rispetto delle migliori pratiche di prevenzione e protezione dei rischi per la salute e sicurezza dei lavoratori:
1. evitare ogni forma di rischio;
2. valutare i rischi che non possono essere evitati;
3. combattere e prevenire i rischi alla fonte;
4. sostituire ciò che è pericoloso con ciò che non è pericoloso o che è meno pericoloso;
5. programmare azioni di prevenzione, mirando ad un complesso coerente di attività che integri nella medesima la tecnica, l’organizzazione del lavoro, le condizioni di lavoro, le relazioni tra le persone e l’influenza dei fattori dell’ambiente di lavoro;
6. dare la priorità alle misure di protezione collettiva rispetto alle misure di protezione individuale;
7. impartire adeguate istruzioni ai lavoratori.
Tali principi sono utilizzati dall’impresa per prendere le misure necessarie per la protezione della salute e sicurezza dei lavoratori, comprese le attività di prevenzione dei rischi professionali, di informazione e formazione, nonché l’approntamento di un’organizzazione e dei mezzi necessari.
4.8. Rispetto e tutela dell’ambiente
La Società è impegnata ad esercitare la propria attività nel pieno rispetto dell’ambiente, quale bene di interesse collettivo, ritenendo che la tutela dell’ambiente e la prevenzione di ogni forma di inquinamento si un obiettivo prioritario e costante.
4.9. Tutela degli azionisti/soci e dei creditori
Nel perseguimento degli interessi della Società, vi è il dovere di astenersi dal porre in essere attività e comportamenti anche solo potenzalmente lesivi dei diritti e degli interessi di azionisti/soci e creditori.
La Società riconosce nei soci il proprio elemento costitutivo e fondante e si impegna a supportare, valorizzare e completare la loro attività.
4.10. Tutela delle informazioni riservate e dei dati personali
Ogni informazione è strettamente di proprietà della Società e deve ritenersi riservata.
La Società si impegna ad assicurare la corretta applicazione ed il corretto trattamento di tutte le informazioni utilizzate nello svolgimento della propria attività di impresa.
Ogni informazione, dato o documento conosciuto nell’esercizio dell’attività di ogni singolo lavoratore è riservato e non può essere divulgato in alcun modo, se non in coerenza con le procedure aziendali.
Le banche dati della Società possono contenere dati e informazioni tutelati dalla normativa in materia di protezione di dati personali e come tali devono essere gestiti nel rispetto degli obblighi imposti dalle disposizioni vigenti.
4.11. Tutela della proprietà intellettuale e obbligo di confidenzialità
La Società riconosce l’importanza della proprietà intellettuale quale fondamentale risorsa della Società stessa e, in quanto tale, pone in essere tutti gli atti idonei a tutelarla.
Tutto il personale interno ed esterno della Società, anche dopo la cessazione del loro rapporto di lavoro, è tenuto a non diffondere informazioni riguardanti le conoscenze tecniche, tecnologiche e commerciali della Società, così come altri dati e/o notizie non pubbliche relative alla Società, se non nei casi in cui tale divulgazione sia richiesta da leggi o laddove sia espressamente prevista da specifici accordi contrattuali con cui le parti si siano impegnate ad utilizzarle per fini specificatamente pattuiti. In particolare, è necessario trattare con la dovuta riservatezza e proteggere le idee, i modelli e altre forme di proprietà intellettuale sviluppate nell’ambito dell’attività lavorativa aziendale.
La Società si impegna, inoltre, a non realizzare progetti e/o prodotti che possano risultare in violazione dei diritti di proprietà intellettuale di terzi.
4.12. Contrasto al conflitto di interessi
Per “conflitto di interessi” si intende il caso in cui i Destinatari del Codice, ovvero un loro parente sino al secondo grado, sia titolare di un interesse divergente da quello della Società.
La Società rispetta la sfera privata dei Destinatari del presente Codice, anche per quanto concerne l’attività personale degli stessi nel mondo economico e commerciale, purché non si tratti di attività in conflitto con gli stessi interessi della Società e con gli obblighi assunti e derivanti dalla tipologia di collaborazione in essere. Al riguardo, tutti i Destinatari devono evitare le situazioni in cui si possano manifestare conflitti di interesse, dovendosi astenere dalla possibilità di avvantaggiarsi personalmente di possibili opportunità d’affari connesse allo svolgimento delle proprie funzioni.
Nell’esercizio della propria attività la Società evita situazioni ove i soggetti coinvolti siano in conflitto di interesse, anche qualora costoro siano consulenti o soggetti “terzi” rispetto alla Società.
Non è in alcun modo ammissibile, a titolo esemplificativo e non esaustivo, avere interessi economici e finanziari anche attraverso familiari, con clienti, fornitori, concorrenti, Pubblica Amministrazione; accettare ed offrire denaro, regalie o favori di qualsiasi natura, da persone, aziende o enti che sono, o intendono entrare, in rapporti di affari con la Società; utilizzare la propria posizione all’interno della Società, o le informazioni acquisite nel proprio lavoro, in modo che si possa creare un conflitto tra gli interessi propri e quelli della stessa.
Chiunque si trovi ad operare in conflitto di interessi è tenuto a darne immediata comunicazione al Presidente o all'Amministratore Delegato, astenendosi dall’esecuzione dell’attività in conflitto. Questi ultimi informano congiuntamente l’Organismo di Vigilanza (di seguito anche “OdV”) delle azioni messe in atto e volte a garantire lo svolgimento dell’attività in condizioni di normalità.
4.13. Sicurezza informatica
Con specifico riguardo alle problematiche connesse al rischio informatico, la Società, conscia dei continui cambiamenti delle tecnologie, si è posta come obiettivo l’adozione di efficaci politiche di sicurezza informatica.
4.14. Reputazione
La Società basa la sua attività su comportamenti corretti, coerenti ed improntati alla reciproca soddisfazione.
La Società si impegna ad infondere nei suoi dipendenti l’importanza della propria immagine e della qualità dei servizi offerti.
Gli incarichi e le mansioni affidati sono svolti con il massimo grado di responsabilità professionale e morale.
Il rispetto di tali principi costituisce elemento essenziale della prestazione lavorativa, traducendosi in un comportamento responsabile nei confronti della Società.
4.15. Qualità dei servizi offerti e soddisfazione del cliente
Il risultato delle attività della Società ed il rispetto dei valori prefissati trova compimento nei servizi realizzati, garantendone sempre la qualità.


La condotta dei soggetti, interni ed esterni alla Società, deve essere sempre basata sul rispetto di valori e principi contenuti nel presente Codice. I Destinatari devono agire per rappresentare al meglio lo stile di comportamento della Società e i contenuti del Codice.
Obiettivo primario della Società è infatti instaurare rapporti con gli stakeholder nel rispetto delle leggi e del proprio sistema di valori, garantendo il mantenimento degli impegni assunti nei loro confronti, rispettandone gli interessi e perseguendo i propri obiettivi.
5.1. Norme di relazione con il personale interno ed esterno
La Società si rapporta con le proprie risorse umane con la massima correttezza, oltre che nel rispetto della legislazione del lavoro e dei contratti collettivi nazionali.
Il processo di selezione si svolge nel rispetto delle pari opportunità e della persona, in modo strutturato e chiaramente esplicitato al candidato. La Società fornisce ai candidati informazioni corrette ed esaustive relativamente all’organizzazione e alla posizione per la quale verrà valutato.
Al candidato è chiesto di trasmettere correttamente al selezionatore tutte le informazioni utili a rendere il processo di selezione efficace ed efficiente.
Il collaboratore si deve impegnare a rispettare il Codice Etico al momento dell’assunzione dell’incarico e a tenere una condotta ispirata ai principi di lealtà, imparzialità, integrità ed onestà, evitando ogni atto o comportamento che violi o possa far ritenere violate sia le disposizioni di legge che quelle contenute nel codice etico e nel regolamento aziendale. Ogni risorsa si adopera affinché le relazioni con i colleghi siano ispirate ad armonia, evitando atti o comportamenti caratterizzati da animosità o conflittualità e conformando la propria attività e l’uso dei beni aziendali ai criteri di correttezza, economicità, efficienza ed efficacia; nelle relazioni con l’esterno, la risorsa deve comportarsi in modo tale da determinare fiducia e collaborazione da parte dei soggetti che entrano in contatto con l’azienda mostrando cortesia e disponibilità nella comunicazione con i clienti/fornitori e curando la trattazione delle problematiche lavorative in maniera efficiente e sollecita.
La Società s’impegna a investire sulla crescita, formazione e soddisfazione del personale interno ed esterno, al fine di accrescerne le competenze e di valorizzarne il patrimonio di conoscenze. S’impegna inoltre a promuovere una politica di sviluppo dell’occupazione, diretta e indotta, che si coniughi con le strategie di crescita e redditività d’impresa.
La Società riconosce e tutela il diritto dei dipendenti a iscriversi ad associazioni sindacali e/o politiche, nel rispetto degli artt. 39, 40 e 49 della Costituzione.
In tema di sicurezza, la Società considera imprescindibili tutti quegli interventi tesi a migliorare le condizioni lavorative dei dipendenti, informandoli e sensibilizzandoli, all’atto dell’assunzione come nel prosieguo del percorso professionale, sulle tematiche di igiene e sicurezza, ai sensi del d.lgs.81/08 e successive modifiche ed integrazioni.
I dati personali dei dipendenti e dei collaboratori sono gestiti esclusivamente da persone autorizzate e, ove necessario, previo consenso dell’interessato.
E’ vietata la trasmissione di tali dati al di fuori di norme e procedure specifiche di controllo.
5.2. Norme di relazione con i clienti (anche Pubblica Amministrazione)
La Società considera obiettivo primario la soddisfazione dei clienti fornendo loro elevati livelli di qualità a condizioni competitive, nel rispetto delle norme sulla concorrenza.
Gli esponenti aziendali non devono promettere o versare somme, od offrire beni in natura o altri benefici, per promuovere o favorire gli interessi della Società o personali, neppure a seguito di illecite pressioni: la soddisfazione del cliente deve avvenire per via di una qualità ottima di servizi erogati.
La Società fornisce accurate ed esaurienti informazioni circa i servizi offerti, in modo che il cliente possa assumere decisioni consapevoli.
La Società si impegna a mantenere il totale riserbo su informazioni riservate riguardanti i propri clienti, sia in riferimento ad informazioni strategiche, sia a dati personali, e ad usare le suddette informazioni solo per ragioni strettamente professionali, richiedendo esplicita autorizzazione.
Anche i clienti sono tenuti ad assicurare la riservatezza, in riferimento ad informazioni, documenti e dati personali, relativi alla Società e al suo personale interno ed esterno.
La Società assicura che il proprio personale interno ed esterno applichi le procedure interne per la gestione dei rapporti con i clienti al fine di conseguire e mantenere relazioni corrette e durevoli.
5.2.1. Omaggi e campionature di prodotti in vendita
Euroclone è dotata di una procedura per la gestione degli omaggi e delle campionature di prodotti in vendita.
I Destinatari del Codice non devono promettere o concedere prodotti di vendita a titolo personale e per conto della Società, con la finalità di promuovere o favorire interessi della Società, se tale azione violi le regole previste e le leggi vigenti.
5.2.2. Sponsorizzazione ad eventi di professionisti del settore sanitario
Euroclone è dotata di una procedura per verificare che la scelta di sostenere eventuali spese per l’iscrizione e/o partecipazione di personale sanitario/dipendenti della Pubblica Amminsitrazione, a corsi, congressi, convegni, rinunioni sicentifiche, sia in qualità di relatori che di discenti, venga sempre attuata in ottemperanza a quanto stabilito dalla procedura specifica relativa a sponsorizzazioni e partecipazione ad eventi.
5.2.3. Liberalità e regalie
Euroclone effettua liberalità (inclusi contributi finanziari) destinate a scopi particolari, quali la beneficenza o altri scopi filantropici, quali il sostegno della ricerca medica per il progresso della scienza, l’istruzione medica, la cura degli indigenti, l’istruzione dei pazienti, l’istruzione pubblica. Tutte le donazioni dovranno essere adeguatamente documentate e rispettare la procedura aziendale interna.
La Società autorizza altresì l’effettuazione di regalie nel rispetto della procedura aziendale adottata, e dei principi di trasparenza e di tracciabilità, con divieto espresso di versare somme di denaro o di promettere o offrire beni in natura o altri benefici, con il fine di promuovere o favorire in modo indebito gli interessi della Società o per assecondare illecite pressioni esterne.
5.3. Norme di relazione con terzi
È assolutamente vietato offrire a terzi, direttamente o indirettamente, ovvero ricevere, regalie e/o benefici (denaro, oggetti, servizi, prestazioni, favori o altre utilità) con la finalità di promuovere o favorire un vantaggio per la Società, anche non economico, in contrasto a norme imperative di legge, regolamenti e ai principi del presente Codice.
Atti di cortesia commerciale, come omaggi o forme di ospitalità, sono consentiti purché preventivamente e debitamente autorizzati dall’ufficio competente, se e quando siano di modico valore, e comunque tali da non compromettere l’integrità o la reputazione di una delle parti.
5.4. Norme di relazione con i fornitori
Considerato il ruolo fondamentale ricoperto dai fornitori, il processo di selezione degli stessi avviene secondo principi di correttezza, economicità, qualità e liceità, sulla base di valutazioni obiettive dirette a tutelare gli interessi commerciali ed industriali della Società e, comunque, a creare alla stessa maggior valore. L’adesione, da parte di tali soggetti, al presente Codice, nonché il rispetto delle normative vigenti, con particolare riguardo al D.Lgs. 231/2001, è condizione necessaria per l’avvio o il prosieguo della relazione.
La Società adotta inoltre procedure specifiche al fine di utilizzare criteri oggettivi nell’assegnazione degli ordini e nella gestione dei rapporti con fornitori in modo da garantire trasparenza e correttezza nel pieno rispetto di impegni espliciti e disciplinati da contratti esaustivi. La Società imposta tali contratti in modo legale, corretto, completo e trasparente, cercando di prevedere quelle circostanze che potrebbero influire in modo significativo sulla relazione instaurata.
La Società s’impegna a mantenere il totale riserbo su informazioni riguardanti i propri fornitori e ad utilizzare suddette informazioni solo per ragioni strettamente professionali, e comunque in seguito ad autorizzazione scritta. Il compenso dovrà essere esclusivamente commisurato alla prestazione indicata in contratto e i pagamenti non potranno essere effettuati a un soggetto diverso dalla parte contrattuale, né in un Paese diverso da quello delle parti contrattuali.
5.5. Norme di relazione con le istituzioni pubbliche
Ai fini del presente Codice, per “Pubblici Funzionari” si intendono: organi, rappresentanti, mandatari, esponenti, membri, dipendenti, consulenti, incaricati di pubbliche funzioni o servizi di organismi di vigilanza o di pubbliche amministrazioni, di pubbliche istituzioni o di enti pubblici a livello nazionale ed internazionale.
La Società ispira e adegua la propria condotta al rispetto dei principi di legalità, correttezza e trasparenza, al fine di non indurre la Pubblica Amministrazione alla violazione dei principi dell’imparzialità e del buon andamento cui è tenuta.
I contatti con la Pubblica Amministrazione sono gestiti, in conformità con le apposite procedure aziendali, da chi è specificamente e formalmente incaricato dalla Società a trattare o ad avere contatti con Pubblici Ufficiali e/o incaricati di Pubblico Servizio appartenenti a dette amministrazioni.
Nell’ambito di una qualsiasi trattativa d’affari, una richiesta o un rapporto con la Pubblica Amministrazione italiana e/o straniera, non devono essere effettuati, per nessuna ragione, comportamenti volti ad influenzarne illegittimamente le decisioni al fine di far conseguire alla Società un indebito o illecito vantaggio.
È proibito destinare a finalità diverse da quelle per cui sono stati eventualmente concessi contributi, sovvenzioni o finanziamenti ottenuti dallo Stato o da altro ente pubblico o dalle Comunità europee, anche di modico valore e/o importo.
La Società condanna qualsiasi comportamento, da chiunque posto in essere, consistente nel promettere od offrire direttamente o indirettamente regalie e benefici (denaro, oggetti, servizi, prestazioni, favori o altre utilità) a Pubblici Ufficiali e/o incaricati di Pubblico Servizio, italiani o esteri, o loro parenti, da cui possa conseguirne un indebito od illecito interesse o vantaggio. Tali comportamenti sono considerati atti di corruzione da chiunque posti in essere. Nello specifico, è proibito promettere o versare denaro od altri beni o concedere altre utilità a Pubblici Funzionari con la finalità di promuovere o favorire interessi della Società, neppure a seguito di illecite pressioni. È altresì vietato indurre Pubblici Ufficiali/incaricati di Pubblico Servizio, italiani o esteri, ad utilizzare la loro influenza su altri soggetti appartenenti alla Pubblica Amministrazione italiana o estera.
Infine, nell’ambito dei rapporti con la Pubblica Amministrazione, la Società non potrà farsi rappresentare da soggetti che possano trovarsi in qualsiasi situazione di conflitto di interessi.
5.6. Norme di relazione con l’Autorità Giudiziaria
La Società si impegna a collaborare attivamente al fine di supportare le eventuali necessità dell’Autorità Giudiziaria e si astiene dal porre in essere, nei confronti dei soggetti coinvolti, alcun comportamento, in qualunque modo, idoneo a condizionarne il modo di operare e di agire nei confronti dell’Autorità Giudiziaria stessa.
5.7. Norme di relazione con organizzazioni sindacali e partiti politici
I rapporti con le organizzazioni politiche e sindacali sono riservati, di norma, alle funzioni aziendali autorizzate a stabilire e gestire tali rapporti sulla base dei compiti aziendali assegnati, e di quanto disposto dagli ordini di servizio e dalle procedure pro – tempore vigenti. Qualsiasi rapporto con tali soggetti è inoltre improntato ad elevati criteri di trasparenza e correttezza.
Non è ammessa da parte della Società l’erogazione di contributi ad organizzazioni sindacali, partiti politici e loro rappresentanti se non quando espressamente permessi e previsti dalla legge e, in quest’ultimo caso, autorizzati dai competenti organi societari.
5.8. Norme di relazione con Revisori e Sindaci
La Società garantisce che tutti i rapporti con i Revisori e i Sindaci siano improntati alla massima professionalità, diligenza, trasparenza, collaborazione e disponibilità. La Società inoltre agisce nel rispetto del ruolo istituzionale di tali soggetti e garantisce piena e puntuale esecuzione delle prescrizioni e degli adempimenti richiesti, rilasciando le informazioni necessarie in modo chiaro, puntuale ed esaustivo.
Nell’ambito dei rapporti con Revisori e Sindaci, la Società garantisce di evitare qualsiasi situazione di conflitto di interessi e si impegna a valutare preventivamente l’eventuale conferimento di incarichi diversi dalle loro funzioni istituzionali che possano pregiudicarne l’indipendenza e l’obiettività.
5.9. Norme di relazione con la concorrenza
La Società è propensa a garantire la massima competitività sul mercato e, pertanto, la sua politica commerciale si sviluppa nel pieno rispetto di tutte le leggi e regolamenti vigenti in materia di concorrenza, attraverso corrette relazioni commerciali con clienti e fornitori, non mettendo in atto comportamenti scorretti o lesivi dell’immagine dei concorrenti.


6.1. Comunicazioni societarie
La Società si impegna a fornire tutte le comunicazioni a cui è tenuta nei confronti di Autorità di controllo (Agenzia delle Entrate, Agenzie delle Dogane ecc.) in modo chiaro, tempestivo, corretto e completo. Solo le funzioni societarie appositamente incaricate possono porre in essere le suddette attività di comunicazioni nei confronti delle Autorità di controllo.
6.2. Rapporti con i mezzi di informazione
Le informazioni afferenti alla Società e dirette ai mass media potranno essere divulgate solamente dalle funzioni aziendali a ciò delegate, nel rispetto delle procedure vigenti e/o da implementare. Il personale interno ed esterno, qualora richiesto di fornire informazioni o rilasciare interviste, dovrà comunicarlo alla funzione competente, e ricevere un’apposita e preventiva autorizzazione.
In ogni caso, la comunicazione all’esterno di dati o di informazioni, dovrà essere veritiera, chiara, completa e trasparente, ma comunque nei limiti previsti dalle norme sulle obbligazioni di confidenzialità contenute nel presente Codice, e tale da riflettere in modo omogeneo le immagini e le strategie adottate dalla Società, favorendo il consenso alle politiche aziendali.
6.3. Trasparenza delle registrazioni contabili
Nella predisposizione dei documenti e dei dati contabili, nelle relazioni o nelle altre comunicazioni sociali, previste per legge, dirette ai soci e al pubblico, nonché in ogni registrazione attinente l’amministrazione, il personale interno ed esterno dovrà attenersi ai più rigorosi principi di trasparenza, correttezza e veridicità.
In particolare, tutti i Destinatari chiamati alla formazione dei suddetti atti, sono tenuti a verificare, ciascuno per le parti di rispettiva competenza, la correttezza dei dati e delle informazioni che saranno poi recepite per la redazione dei documenti rilevanti ai sensi del Decreto.
L’approvvigionamento e l’erogazione delle risorse finanziarie, così come la loro amministrazione ed il loro controllo, devono essere sempre conformi alle procedure di approvazione e autorizzazione previste dalla Società.
Ciascuna registrazione contabile dovrà riflettere esattamente ciò che è scritto nella documentazione di supporto, dovendo questa essere completa ed assoggettabile a verifica.


7.1. L’Organismo di Vigilanza
Il Consiglio di Amministrazione ha nominato all’interno della Società un Organismo di Vigilanza quale ente deputato a vigilare sull’applicazione del Codice, che si coordina opportunamente con gli organi e le funzioni competenti per la corretta attuazione e l’adeguato controllo dei principi del Codice.
L’attività e la funzione dell’OdV sono disciplinate da apposito ed autonomo regolamento. L’Organismo di Vigilanza è l’organo deputato al controllo circa il funzionamento del Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo istituito ai sensi del D.Lgs. 231/2001, ed al suo mantenimento tramite aggiornamento periodico. L’OdV ha il compito di promuovere la diffusione e la conoscenza del Codice e di curarne l’applicazione e l’aggiornamento, attivandosi (d’iniziativa o su segnalazione) per prevenire o reprimere, attraverso le funzioni aziendali competenti (es. risorse umane, legale, ecc.) le eventuali violazioni dello stesso. L’Organismo di Vigilanza, nell’esercizio delle proprie funzioni, avrà libero accesso ai dati e alle informazioni aziendali utili allo svolgimento delle proprie attività. Gli organi sociali e i loro componenti, i dipendenti, i consulenti, il personale interno ed esterno ed i terzi che agiscono per conto della Società, sono tenuti a prestare la massima collaborazione nel favorire lo svolgimento delle funzioni dell’Organismo di Vigilanza.
7.2. Sistema disciplinare
L’osservanza delle norme del Codice è parte essenziale delle obbligazioni contrattuali dei Dipendenti ai sensi e per gli effetti di cui agli articoli 2104, 2105 e 2106 del Codice Civile.
La violazione delle disposizioni del presente Codice Etico da parte del personale della Società potrà costituire inadempimento delle obbligazioni primarie del rapporto di lavoro o illecito disciplinare, nel rispetto di procedure stabilite dall’art. 7 dello Statuto dei Lavoratori (ove e in quanto applicabile), con ogni conseguenza di legge, anche in ordine alla conservazione del rapporto di lavoro, e potrà essere, altresì, causa di richieste di risarcimento del danno.
In relazione alle sanzioni irrogabili si applicano le disposizioni del sistema disciplinare adottato dalla Società, contenuto nel Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo. Le violazioni saranno perseguite incisivamente, con tempestività e immediatezza, attraverso l’adozione – nei confronti dei responsabili delle violazioni stesse, laddove ritenuto necessario per la tutela degli interessi aziendali e compatibilmente a quanto previsto dal quadro normativo vigente – di provvedimenti disciplinari adeguati e proporzionati, indipendentemente dall’eventuale rilevanza penale di tali comportamenti e dall’instaurazione di un procedimento penale nei casi in cui costituiscano reato. I provvedimenti disciplinari per le violazioni del Codice sono adottati dai superiori gerarchici, sentito l’Organismo di Vigilanza, in coerenza con le leggi vigenti e con i relativi contratti di lavoro nazionali o aziendali. Essi possono giungere sino all’allontanamento dalla Società degli stessi responsabili.
Costituisce violazione del Codice anche qualsiasi forma di ritorsione nei confronti di chi abbia effettuato segnalazioni di possibili violazioni del Codice o richieste di chiarimento sulle sue modalità applicative.
Gli effetti delle violazioni del Codice e dei protocolli interni devono essere tenuti in seria considerazione da tutti coloro che a qualsiasi titolo intrattengono rapporti con la Società: a tal fine la stessa provvede a diffondere il Codice e i protocolli interni, nonché ad informare sulle sanzioni previste in caso di violazione e sulle modalità e procedure di irrogazione.
La Direzione Risorse Umane provvede alla divulgazione del Codice Etico e dei principi in esso contenuti mediante inserimento dello stesso sulla rete intranet aziendale e sul sito internet istituzionale, nonché mediante consegna di copia cartacea al momento dell’assunzione.
La Società, a tutela della propria immagine e a salvaguardia delle proprie risorse, non intratterrà rapporti di alcun tipo con soggetti che non intendano operare nel rigoroso rispetto della normativa vigente, e/o che rifiutino di comportarsi secondo i valori ed i principi previsti dal Codice ed attenersi alle procedure e regolamenti previsti dai protocolli annessi.
A tal fine i Soggetti Terzi e Ulteriori come definiti nel Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo (quali, a titolo esemplificativo e non esaustivo, i fornitori, i consulenti, i professionisti terzi, gli intermediari, i collaboratori a progetto, gli stagisti, i lavoratori interinali, ecc.) devono essere vincolati al rispetto delle prescrizioni dettate dal D.lgs. 231/2001 e dei principi etici e comportamentali adottati dalla Società attraverso il Codice Etico mediante la sottoscrizione di apposite clausole contrattuali, che consentano alla Società, in caso di inadempimento, di risolvere unilateralmente i contratti stipulati e di richiedere il risarcimento dei danni eventualmente patiti (ivi compresa l’eventuale applicazione di sanzioni ai sensi del Decreto).
7.3. Conoscenza e applicazione
Il presente Codice Etico è portato a conoscenza di tutti i Destinatari: eventuali dubbi applicativi connessi al presente Codice debbono essere tempestivamente discussi con l’Organismo di Vigilanza. Tutti coloro che collaborano con la Società, senza distinzioni o eccezioni, in Italia o all’estero, sono impegnati a far osservare i principi del presente Codice. In nessun modo, l’agire a vantaggio Società può giustificare l’adozione di comportamenti in contrasto con la normativa e con tali principi. In particolare, tutti i destinatari sono tenuti ad operare affinché tali norme siano adeguatamente applicate.
E’ fatto obbligo ad ogni socio, amministratore, dipendente o collaboratore di:
− astenersi da comportamenti contrari a tali norme, principi e regolamenti;
− rivolgersi ai propri superiori, referenti aziendali e all’Organismo di Vigilanza in caso di richiesta di chiarimenti sulle modalità di applicazione;
− riferire all’Organismo di Vigilanza circa possibili casi o richieste di violazione del Codice Etico. Le comunicazioni devono essere effettuate per iscritto. I soggetti interessati possono utilizzare l’indirizzo mail odv@Euroclone.it oppure inviare le segnalazioni al seguente indirizzo:
“Organismo di Vigilanza, presso sede legale di Euroclone S.p.A., sita in Via Spezia 1 (20142 Milano) o, in alternativa, presso la sede centrale sita in Via Figino 22 (20016 Pero – Milano)”.

Chiunque venga a conoscenza di violazioni ai principi del presente Codice o di altri eventi suscettibili di alterarne la portata e l’efficacia, è tenuto a segnalarle prontamente all’Organismo di Vigilanza. Nel caso in cui anche una sola delle disposizioni del presente Codice Etico dovesse entrare in conflitto con disposizioni previste nei regolamenti interni o nelle procedure, il Codice prevarrà su qualsiasi di queste disposizioni. Qualsiasi modifica e/o integrazione al presente Codice dovrà essere apportata con le stesse modalità adottate per la sua approvazione iniziale.

7.4. Revisione del Codice Etico
Il Consiglio di Amministrazione della Società assicura la periodica revisione ed aggiornamento del Codice Etico, al fine di adeguarlo ai cambiamenti normativi e delle condizioni ambientali, all’evoluzione della sensibilità civile, oltre che in risposta alle segnalazioni dei Destinatari e all’esperienza acquisita nella sua applicazione.
7.5. Comunicazione
Il Codice Etico è consultabile sul sito internet di Euroclone (www.Euroclonegroup.it) da cui è liberamente scaricabile. Può inoltre essere richiesto alla Direzione Risorse Umane della Società.